Siamo noi stessi che dobbiamo farci avanti per illuminare la nostra fede.
Noi stessi siamo chiamati a vivere intensamente
la stessa chiamata che Cristo fece al giovane che gli chiedeva:
«Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?».
Seguiremo il regno di Dio o il regno del peccato?
Che dobbiamo fare per uscire da questa situazione di male?
Cristo, con tutta chiarezza, ci indica un cammino che possiamo già cominciare a percorrere insieme
Ed allo stesso tempo ognuno nella propria coscienza e all’interno della sua famiglia:
«Lascia quello che hai, vivi lo spirito di povertà e condivisione e, soprattutto, “vieni e seguimi”.