Domenica 17, al pomeriggio, il vescovo di Casale mons. Alceste Catella parte dalla Malpensa alla volta dell’Argentina per compiere una visita pastorale ai missionari della diocesi casalese che da oltre quarant’anni operano in Patagonia.
E’ accompagnato da don Giorgio Bertola, parroco di Moncalvo, nella sua qualità di direttore dell’ufficio missionario diocesano.
La prima tappa sarà lunedì a Neuquen per un saluto al vescovo Marcelo Melani (salesiano di origine fiorentina, ndr.) e al vicario don Graziano Cavalli, sacerdote casalese, del gruppo “storico”. Una diocesi con oltre mezzo milione di abitanti su una superficie di 94 mila chilometri quadri suddivisa in 53 parroccie. Il patrono è San Francesco di Sales (24 gennaio), è stata creata nel 1961, vescovo mons. Jaime Francisco De Nevares (è stato lui in accordo con il vescovo casalese mons. Angrisani, conosciuto al Concilio, ad accogliere i nostri quattro missionari). Don Cavalli continua ad essere parroco a Centenario, cittadina satellite di Neuquen con quaranta mila abitanti la cui chiesa parrocchiale è intitolata a Maria Auxiliadora, al servizio dei parrocchiani ci sono poi ancora cinque cappelle e in più una zona di missione.
Altra visita programmata alla parrocchia Nostra Signora di Lourdes a Neuquen con l’annesso complesso “Rayito del Sol”, la casa di accoglienza che don (‘padre’) Italo Varvello, splendidamente coadiuvato dalla missionaria laica (hermanita) ozzanese Mariuccia Deambrogio, ha aperto da molti anni per ospitare bambini orfani o abbandonati, ragazze madri in difficoltà, bambini handicappati.
La preziosa attività si amplia per altre decine di ragazzi, anche grazie alle numerose adozioni a distanza operative in Diocesi, specie nelle parrocchie di Sant’Evasio e San Domenico (e con l’iniziativa Camminare il Monferrato).
Poi per il vescovo e don Bertola trasferimento ad Aluminè dal missionario casalese padre Valerio Garlando (originario di Lu Monferrato); la sua parrocchia è un territorio grande quasi quanto il Piemonte, sulle Ande, al confine tra Argentina e Cile, tra gli Indios Mapuche
Ha fortemente voluto, tra le altre iniziative, la scuola agrotecnica “Sagrada Familia” creata con il contributo della Diocesi di Casale, dei Rotary di Valenza e di Neuquen, della Provincia di Alessandria e di molti amici monferrini, in particolare dei paesi di San Salvatore, Villanova, Lu.
Altro trasferimento a Villa La Angostura sul lago Nahuel Huapi, dove abita padre Ettore Galbiati, oggi in pensione, che continua comunque l’attività di accoglienza nella casa in cui abita con corsi di approfondimento e aggiornamento su problemi di carattere sociale.
Al ritorno a Buenos Aires si farà visita alla salesiana suor Severina Padoin di Villanova.
Arrivo a Casale sabato 30.
Prossima trasferta “estera” del vescovo sarà alle missioni dell’Isituto Nostra Signora di Lourdes (Mazzone) in Benin (Centro Africa)
«La visita in Argentina - commenta il vescovo mons. Catella- - sarà anche l’occasione propizia per portare ai sacerdoti casalesi un sostegno economico e verificare le possibilità di un maggior aiuto da parte della diocesi, un impegno soprattutto di laici, sarà il primo argomento di discussione con mons. Melani”.