CASALE - Domenica 27 giugno si svolgerà la seconda edizione della Staffetta della Solidarietà, organizzata dall’ufficio missionario diocesano in collaborazione con la consulta missionaria diocesana.
Lo scopo dell’iniziativa è la promozione dei progetti di sostegno e adozione a distanza curati dall’ufficio missionario, in particolare in Neuquen (Argentina) dove da oltre quarant’anni operano quattro sacerdoti missionari fidei donum della Diocesi di Casale, in Benin dove da oltre vent’anni sono presenti le missioni delle suore dell’Istituto N.S. di Lourdes (Mazzone), a Quivilla(Perù) dove è missionario fidei donum don Daniele Varoli e a Jarudore (Mato Grosso- Brasile) dove opera don Marcello Casetta che si è preparato al sacerdozio nel seminario di Casale.
Se lo scorso anno la staffetta si è snodata tra i due santuari di Crea e Oropa, quest’anno il percorso si svolgerà completamente all’interno del territorio diocesano, toccando chiese e santuari mariani.
Le sette frazioni in cui sarà diviso il percorso avranno uno staffettista fisso seguito dal servizio di corsa al quale potrà affiancarsi chi desidererà contribuire con le gambe e un po’ di sudore allo scopo della manifestazione.
Si partirà di buona mattina a Casale dalla Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria (Porta Milano) per raggiungere, via Frassineto e Ticineto il Santuario della Madonna dell’Argine a Bozzole, proseguendo via Pomaro fino alla Madonna del Pozzo a San Salvatore; Di qui si raggiungerà Conzano, passando per Lu, poi Roncaglia, Ottiglio,Madonna dei Monti, fino a Moncalvo, dove partirà l’ultima frazione di fronte alla chiesa parrocchiale; dopo un passaggio nel centro della città aleramica (alla Chiesa della Madonna delle grazie) si raggiungerà Castelletto Merli per arrivare dopo circa 90 chilometri al Santuario diocesano della Madonna di Crea.
Alle 15 partirà da Moncalvo una camminata collinare libera a tutti coloro che desiderano trascorrere un pomeriggio salutare e raggiungerà Crea per strade collinari semplici da percorrere anche per i bambini e sconosciute ai più offrendo paesaggi di rara bellezza. Nei centri più importanti saranno presenti fin dal mattino alcuni oratori della Diocesi che si occuperanno dell’animazione coinvolgendo non solo i propri ragazzi, ma soprattutto riempiranno d’allegria le nostre colline.
L’iniziativa gode fra gli altri dei patrocini della Provincia di Alessandria e Provincia di Asti e della collaborazione con il Csva.
Hanno annunciato la loro partecipazione Paolo Secco, reduce da una corsa a tappe nel Sahara, ed Elena Patrucco, la forte atleta di San Germano, vincitrice di svariate edizioni della Stracasale e sempre ai vertici sulle distanze della mezzamaratona e della maratona, che correrà l’ultima frazione della staffetta.
La giornata terminerà con la messa celebrata a Crea dal vescovo Catella alle 17, quando tutti, corridori staffettisti e coloro che parteciperanno alla camminata, saranno arrivati.

(da "La Vita Casalese" di giovedì 20 maggio 2010)